8 settembre 2023

Terziario Fvg: calano i ricavi ma occupazione e fiducia resistono

Un buon grado di robustezza del terziario FVG

Le aziende del settore terziario della regione Friuli Venezia Giulia manifestano un notevole grado di robustezza, superiore alla media nazionale, poiché evidenziano miglioramenti sia nella situazione occupazionale che nella fiducia riguardo all’andamento delle rispettive attività economiche.

Questo quadro è stato catturato e analizzato dall’Osservatorio, istituito con il patrocinio di Confcommercio del Friuli Venezia Giulia e affidato alle competenze di Format Research.

Alla conclusione del secondo trimestre dell’anno 2023, è stato registrato un differenziale tra le nuove imprese terziarie che hanno visto la luce (460) e quelle che hanno cessato la loro attività (472) nella regione, con una riduzione del 3%.

Questo risultato si contrappone in maniera significativa al 31% di calo, osservato a livello nazionale, il quale si dimostra dieci volte superiore.

Positiva situazione nel territorio, sia in termini di Prodotto Interno Lordo che di consumi

Tale dato, come sottolineato dal presidente regionale di Confcommercio, Giovanni Da Pozzo, insieme ai suoi omologhi presidenti di Gorizia, Gianluca Madriz, Pordenone, Fabio Pillon, e Trieste, Antonio Paoletti, “sottolinea la positiva situazione nel territorio, sia in termini di Prodotto Interno Lordo che di consumi.

Non vi è alcun dubbio che il settore terziario, nonostante debba affrontare un aumento dei costi di produzione, continuerà a rappresentare il traino per l’economia regionale.”

Migliora la fiducia

L’indagine effettuata mette in luce il miglioramento della fiducia delle aziende locali riguardo all’andamento delle loro attività economiche, con un incremento dell’indicatore da 50 a 51 punti.

Contrazione dei ricavi

Al contrario, si registra una contrazione nell’indice dei ricavi, che scende a 45 rispetto al precedente 53. Questa situazione è il risultato delle sfide che le aziende del settore terziario stanno affrontando a causa dell’aumento dei prezzi dei prodotti, delle materie prime, dei trasporti e delle questioni logistiche.

Miglioramento nella situazione occupazionale

Tuttavia, si osserva un miglioramento nella situazione occupazionale delle imprese operanti nei settori del commercio, del turismo e dei servizi nella regione.

Il fabbisogno finanziario

La capacità delle aziende del settore terziario di gestire il proprio fabbisogno finanziario rimane stabile. Inoltre, crescono le percentuali di aziende che, nei tre mesi precedenti, hanno richiesto finanziamenti e che hanno ottenuto l’intero importo di credito di cui necessitavano.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi