22 settembre 2023

Il tasso di deterioramento dei prestiti nelle banche italiane dovrebbe raggiungere il suo livello più basso dal 2006 alla fine del 2023

Dopo il periodo difficile tra il 2008 e il 2015, quando si è verificata una grande quantità di crediti inadempiuti, e dopo l’ulteriore crisi causata dalla pandemia, il tasso di deterioramento dei prestiti nelle banche italiane dovrebbe raggiungere il suo livello più basso dal 2006 alla fine del 2023, scendendo all’1,2%. Questo è addirittura inferiore ai livelli precedenti alla crisi dei mutui subprime.

Tuttavia, è importante notare che il rischio per le banche italiane rimane superiore alla media europea. Questa è la prospettiva presentata nel rapporto “Market Watch Npl 2023-2025“, preparato dall’Ufficio Studi di Banca Ifis e presentato durante il 12° Npl Meeting, un evento annuale dedicato al settore dei prestiti inadempiuti tenutosi oggi, 22 settembre, a Villa Erba, Cernobbio, dal titolo “Step Up“.

Nel dettaglio, il totale dei prestiti non performing (Npe) in Italia è sceso a 306 miliardi di euro, una cifra inferiore al picco di 361 miliardi di euro raggiunto alla fine del 2015. Tuttavia, per il periodo tra il 2023 e il 2025, si prevede un modesto aumento a causa delle incerte condizioni economiche, con previsioni di raggiungere i 311 miliardi nel 2023, 317 miliardi nel 2024 e 321 miliardi alla fine del 2025.

Il mercato vedrà un aumento significativo delle transazioni nel mercato secondario, che dovrebbe rappresentare circa il 50% del totale delle operazioni. Nel frattempo, nel mercato primario, le principali banche continueranno a ridurre il rischio e potrebbero vedere un leggero aumento dei nuovi prestiti inadempiuti.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi