26 settembre 2023

In occasione del quarto appuntamento degli Innovation Days, il road show organizzato da Il Sole 24 Ore e Confindustria che racconta l’economia italiana attraverso le eccellenze regionali, Banca Ifis, il 26 settembre, presso CUOA Business School ad Altavilla Vicentina, ha presentato il Market Watch dedicato al Veneto e realizzato anche su dati Format Research. È intervenuto Marco Agosto, Responsabile Marketing & Business Strategy Banca Ifis.

Veneto, ambasciatore del Made in Italy, grazie al suo forte orientamento al mercato estero e all’innovazione

  • Il Veneto è tra le regioni che più contribuiscono all’economia nazionale: produce infatti il 9% dei ricavi annui delle imprese italiane. Ambasciatore del Made in Italy per Moda, Sistema Casa e Meccanica, il sistema produttivo che caratterizza la Regione è orientato principalmente al mercato B2B: il 95% del fatturato delle Pmi è prodotto infatti in filiere B2B, prevalentemente per la fornitura di prodotti finiti e servizi (72%).
  • Prosegue nel 2023 il positivo trend economico che ha contraddistinto l’economia locale nell’anno precedente,sebbene la vivace crescita post-Covid inizi a perdere velocità e potenza: la debolezza della domanda interna,fortemente condizionata dall’inflazione, riduce le prospettive sui ricavi sia per l’anno in corso (+0,7%) che per il prossimo, anno in cui le Pmi venete si aspettano fatturati poco dinamici (+0,3%).
  • Oltre all’ottimo posizionamento sul mercato, tra le altre determinanti della crescita vi è innanzitutto il forteorientamento al mercato estero (il 44% delle Pmi venete è esportatrice e un terzo di queste prevede diincrementare nel biennio 2023/24 le proprie vendite all’estero) e la capacità di riassorbire l’aumento dei costi di produzione, riversandolo sui prezzi dei propri prodotti e servizi (il 59% delle imprese della Regione – versus il 56% della media nazionale – ha già applicato o applicherà nel 2023 un aumento di prezzo, pari in media al +8,5%). Fungono infine da volano alla crescita anche l’innovazione di prodotto, rinnovate politiche commerciali e nuove soluzioni organizzative.
  • La struttura produttiva locale ha limitato l’impatto dell’attuale incerto scenario economico sulla liquidità aziendale: il 59% delle imprese ritiene che nel 2023 la situazione della liquidità aziendale rimarrà invariata.
  • Le ridotte tensioni di liquidità sono confermate dagli altrettanto poco diffusi impatti sugli investimenti, sostenuti principalmente con autofinanziamento e credito bancario. In Veneto quasi 9 imprenditori su 10 hanno adottato o stanno per adottare almeno un intervento per far fronte allo scenario economico, prima di tutto in tema di innovazione del prodotto/servizio, sostenibilità e digitalizzazione. La spinta all’innovazione risulta ancor più forte per le Pmi esportatrici, con focus su innovazione di prodotto e R&D.
  • Il 58% delle Pmi della Regione si impegnerà, entro il 2024, su investimenti in sostenibilità, con l’obiettivo ultimodi migliorare la brand reputation e contenere i costi nel lungo periodo.
  • Sicurezza e riduzione dell’impatto ambientale sono le richieste sulla sostenibilità più ricorrenti ricevute dagliimprenditori veneti da parte della clientela.

La Regione è polo di eccellenza per l’occhialeria e il settore calzaturificio, merito della capacità di essere «ecosistema»

  • Tra le altre forze motrici della Regione vi è la capacità di fare sistema: il 59% delle Pmi venete collabora con altre imprese, a livello sia nazionale che internazionale, prioritizzando gli obiettivi legati a forniture di filiera e alla ricerca. Cinque, in particolare, i settori produttivi (Agroalimentare, Sistema casa, Chimica e Farmaceutica, Costruzioni e Manifatturiero) in cui sono più diffusi i rapporti di collaborazione, con un dato di penetrazione superiore alla media regionale.
  • Il 29% delle Pmi collabora, inoltre, con università e/o enti di ricerca.
  • Due le eccellenze regionali, caratterizzate dall’essere «ecosistema».▪ L’occhialeria bellunese è da sempre riconosciuta quale protagonista assoluto nel panorama mondiale della fabbricazione di occhiali e lenti, panorama in cui peraltro l’Italia si configura come principale produttore a livello Paese. Con un fatturato di circa 2,5mld€ (circa 7mld€ quelli associati alla filiera integrata), nell’area si concentra l’80% della produzione nazionale e il 70% del mercato mondiale dell’occhialeria di fascia medio- alta.▪ Il successo è legato alla composizione del suo sistema produttivo, fondato sulla combinazione sinergica digrandi player mondiali e Pmi, fortemente integrati tra loro. Tale struttura ha determinato un perfetto connubio tra tradizione artigianale e avanguardia tecnologica, all’insegna dell’open innovation.
    ▪  Il comparto ha inoltre consentito lo sviluppo del locale turismo culturale, che trova perno sull’ «Ecomuseo dell’occhialeria bellunese», valorizzato con eventi e manifestazioni locali che promuovono l’arte e la creatività dell’industria del comparto.

    ▪  La Riviera del Brenta costituisce uno dei più importanti «ecosistemi» calzaturieri italiani, noto a livello internazionale soprattutto per la produzione di scarpe da donna di lusso. Nel 2021 il comparto ha realizzato complessivamente circa 2,1mld€, pari al 20,1% di quello nazionale; il 92% della produzione è venduto all’estero (di cui il 60% circa in Francia).
    ▪  Il successo delle aziende del territorio si basa su più elementi distintivi: da un lato la presenza di una filiera completa e integrata che consente di rispondere in tempi molto rapidi ai fabbisogni del mercato (a partire dalla formazione), dall’altra la sensibilità per lo stile, il gusto, il design, l’artigianalità e l’attenzione rigorosa ai particolari. Anche per questo, la Riviera del Brenta costituisce oggi tra le più interessanti mete turistiche venete: rinomata in particolare per le sue numerose ville, la Riviera offre al turista anche un’ «immersione» nel mondo della calzatura, tra musei, impianti di produzione, calzaturifici artigianali e outlet.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi