24 novembre 2023

Cosa succede ai dispositivi ICT che non sono più necessari

Il crescente utilizzo di apparecchiature ICT comporta una crescente quantità di rifiuti derivanti da vecchi dispositivi, come laptop, tablet, telefoni cellulari, smartphone e computer desktop. Ciò solleva la questione di cosa succede ai dispositivi ICT che non sono più necessari.

Il 13% ha riciclato i propri vecchi computer desktop

Una persona su cinque (19%) nell’UE tiene i propri computer desktop a casa, il 13% delle persone ricicla i vecchi computer desktop, l’8% li regala o li vende e il 2% li butta via. Il resto degli intervistati non ha mai acquistato computer desktop, continua a utilizzare i dispositivi esistenti o ha intrapreso altre azioni con essi.

La Svezia ha la percentuale più alta di persone (29%) che riciclano vecchi computer desktop, davanti ai Paesi Bassi (27%), mentre Finlandia, Danimarca e Austria sono tutte vicine al 20%.

I Paesi Bassi (15%) e la Romania (13%) hanno riportato le quote più elevate di persone che hanno ceduto o venduto il proprio vecchio computer desktop a qualcun altro.

 

Un terzo ha conservato i vecchi laptop e tablet, solo il 10% ha riciclato

Anche i vecchi computer portatili e i tablet restano per lo più in casa (33%). Ancora una volta, solo il 10% delle persone nell’UE ha riciclato i propri vecchi laptop o tablet, l’11% li ha regalati o venduti e l’1% li ha buttati via. Il resto degli intervistati non ha mai acquistato laptop o tablet, continua a utilizzare i dispositivi esistenti o ha intrapreso altre azioni con essi.

La percentuale maggiore di persone che riciclano i propri vecchi laptop o tablet è stata osservata in Svezia, Finlandia e Danimarca, tutte vicine al 18% degli individui, seguite da Grecia (17%) e Croazia (15%).

Croazia (35%) e Francia (15%) hanno segnalato le quote più elevate di persone che hanno regalato o venduto il proprio vecchio laptop o tablet a qualcun altro.

La metà delle persone tiene a casa i propri vecchi cellulari o smartphone

La destinazione principale dei dispositivi ICT non più in uso era l’abitazione del loro proprietario. Quasi la metà delle persone (49%) tiene in casa i propri vecchi cellulari o smartphone.

Solo il 10% delle persone nell’UE ha riciclato il proprio vecchio telefono cellulare o smartphone, il 17% lo ha regalato o venduto a qualcuno al di fuori della famiglia e il 2% lo ha buttato via senza riciclarlo. Il resto degli intervistati non ha mai acquistato cellulari o smartphone, continua a utilizzare i dispositivi esistenti o ha intrapreso altre azioni con essi.

Grecia (18%), Austria (17%) e Repubblica Ceca (15%) hanno riportato i tassi più alti di persone che hanno riciclato i loro vecchi cellulari o smartphone nel 2022, seguite da Danimarca (14%) e diversi paesi vicini al 12% (Polonia, Spagna, Irlanda, Belgio e Paesi Bassi).

Croazia (32%) e Paesi Bassi (24%) hanno riportato le quote più elevate di persone che hanno regalato o venduto il loro vecchio telefono a qualcun altro.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi