WEF 9 marzo 2024

Parità di genere tra 131 anni

Secondo la l’ultima previsione del “Global Gender Gap Report” del World Economic Forum, a livello mondiale si raggiungerà la parità di genere (forse) tra 131 anni. ⁠

L’Indice Globale della Disparità di Genere valuta annualmente lo stato attuale e l’evoluzione della parità di genere attraverso quattro dimensioni chiave (Partecipazione e Opportunità Economiche, Livello di Istruzione, Salute e Sopravvivenza, e Potere Politico).

È l’indice più longevo che monitora il progresso degli sforzi di numerosi paesi nel ridurre tali disparità nel tempo, sin dalla sua creazione nel 2006.

Secondo la l’ultima previsione del “Global Gender Gap Report” del World Economic Forum, a livello mondiale si raggiungerà la parità di genere (forse) tra 131 anni. ⁠

Vedi la classifica completa

Dalla prefazione di Saadia Zahidi Managing Director, World Economic Forum

Gli ultimi anni sono stati contrassegnati da gravi regressi per la parità di genere a livello globale, con progressi precedenti interrotti dall’impatto della pandemia di COVID-19 sulle donne e sulle ragazze nell’istruzione e nel mondo del lavoro, seguiti da crisi economiche e geopolitiche.
Oggi, alcune parti del mondo stanno vedendo parziali riprese, mentre altre stanno vivendo peggioramenti con lo svilupparsi di nuove crisi. Le differenze di genere globali nella salute e nell’istruzione si sono ridotte nell’ultimo anno, tuttavia il progresso nell’empowerment politico è effettivamente fermo, e la partecipazione economica delle donne è regredita invece di riprendersi.

Il modesto progresso su differenze persistentemente ampie documentato in questa diciassettesima edizione del Rapporto Globale sulla Disparità di Genere crea un caso urgente per un’azione rinnovata e concertata.

Accelerare il progresso verso la parità di genere non solo migliorerà i risultati per le donne e le ragazze, ma beneficerà più ampiamente economie e società, rianimando la crescita, promuovendo l’innovazione e aumentando la resilienza. Il rapporto fornisce uno strumento per il costante monitoraggio delle differenze di genere attraverso le sfere economica, politica, della salute e dell’istruzione, ed è progettato per consentire ai leader di individuare aree per azioni individuali e collettive. …(segue ING)

Italia 79esima tra Uganda e Mongolia

Per quanto riguarda l’Italia le notizie non sono buone, infatti il nostro Paese è alla 79esima posizione, nella classifica dei paesi presi in considerazione. Un anno fa eravamo al 63esimo posto, oggi siamo scesi al 79esimo, tra Uganda e Mongolia. 

Vedi il profilo economico dell’Italia

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi