22 marzo 2024

Cyberdays due giornate dedicate alla sicurezza informatica

Si sono svolti a Prato, organizzati dalla Regione Toscana, il 20 e il 21 marzo, i Cyberdays due giornate dedicate alla sicurezza informatica, per migliorare la protezione dei dati e dei servizi digitali, promuovere e far conoscere tutte le iniziative in corso rivolte alle Pubbliche amministrazioni e alle imprese toscane.

Indagini Format Research

Tra i numerosi confronti e dibattiti dedicati alla tecnologia e alle imprese, in apertura della seconda giornata di lavori, sono state presentate l’Indagine sulla diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) nelle micro imprese toscane – Anno 2023 e L’Indagine sull’utilizzo dell’e-commerce quale canale di vendita delle imprese toscane | anno 2023, realizzate da Format Research e presentate dalla nostra ricercatrice Maria Francesca Atzeni.

Principali evidenze – Connessione e utilizzo di Internet

Tra le principali evidenze emerse dalla ricerca troviamo che l’utilizzo per lavoro di dispositivi connessi ad Internet è ampiamente diffuso presso le imprese toscane.
Nelle aziende con un numero di addetti tra 2 e 5 in media i dispositivi vengono utilizzati da 2 persone e in quelle con 6-9 addetti la media sale a 4.
La connessione fissa ad Internet è presente in quasi il 96% delle microimprese. Nelle ditte individuali si osserva che circa 13 aziende su cento non possiedono una connessione fissa.
Oltre il 36% delle microimprese ha condotto riunioni a distanza nel 2022. Tra queste, il 69,3% ha implementato delle linee guida per la sicurezza delle riunioni a distanza.
Nel 45,3% delle microimprese gli addetti hanno avuto accesso a sistemi di posta elettronica aziendali.
Nel 32,7% l’accesso ha riguardato i documenti di impresa e nel 31,2% applicazioni o gestionali aziendali.
È possibile osservare come l’accesso ai sistemi di posta elettronica non sia generalizzato per tutti gli addetti delle microimprese.
Allo stesso modo di quanto rilevato per i servizi di posta elettronica, anche l’accesso da remoto a documenti, applicazioni o software gestionali dell’azienda non è esteso a tutti gli addetti.

Principali evidenze – Cybersecurity

Il 77% delle aziende applica misure di sicurezza informatica. Tra queste il 62% ha un sistema di backup dei dati, e il 56,9% utilizza criteri di autenticazione con password forte.
Solo il 14,2% esegue test di sicurezza informatica. Solo poco più di un terzo delle aziende comunica ai propri addetti quali sono gli obblighi sulla sicurezza informatica.
Il 62,1% lo fa attraverso la formazione volontaria o informazioni disponibili internamente e il 56,9% per contratto. Il 97,6% delle imprese dichiara di non aver avuto incidenti di sicurezza informatica.
Un dato che deve essere letto con cautela poiché molte aziende non hanno implementato misure di sicurezza e pertanto potrebbero non aver rilevato gli incidenti che hanno avuto ricadute non evidenti.
Le principali conseguenze degli attacchi informatici sono state le ricadute sull’operatività aziendale (32,7%) e le spese sostenute per il ripristino dei dati (23,1%).
Il 44,9% degli incidenti non ha, apparentemente, generato conseguenze. Nella maggior parte dei casi le attività relative alla sicurezza informatica sono svolte da fornitori esterni (49,3%), nel 20,6% da addetti dell’impresa e nel 30,1% non esiste una figura che se ne occupi.
Il 16,5% delle imprese ha scelto di stipulare una assicurazione contro gli incidenti connessi alla sicurezza informatica. Tra queste, le più attente al tema sono le aziende dell’ICT, MNE, Fotonica ed Elettronica e dell’Industria della Cultura.
La sicurezza informatica in azienda è considerata mediamente o molto strategica nel 36% dei casi, il restante 64% considera questo tema per nulla strategico.

Principali evidenze – Diffusione e-commerce

Il 30,8% delle imprese della manifattura, del commercio all’ingrosso e al dettaglio si affida alle vendite web, l’incidenza dell’utilizzo dell’e-commerce cresce al crescere della dimensione aziendale.
L’83% delle imprese fattura prevalentemente dal commercio B2C, e il 17% da quello B2B.
Le imprese che più si affidano alle vendite online sono quelle del commercio al dettaglio (33,7%), settore nel quale risultano essere prioritarie le vendite di tipo B2C (96,4%). Le aziende del commercio all’ingrosso sono quelle tra le quali è più elevata l’incidenza delle vendite B2B (39,5%).

Per approfondire, guarda il video della presentazione

(Presentazione Format Research di M F Atzeni e dibattito: dal minuto 40 al 2.12)

 

(ICT Cybersecurity foto da Unsplash)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi