27 marzo 2024

La certezza per agire

Dal discorso di Piero Cipollone, membro della direzione esecutiva della BCE, in occasione di un evento organizzato dalla House of the Euro e dal Centre for European Reform.

Avremo la certezza per agire

Ci stiamo avvicinando al punto in cui avremo la certezza per poter avviare l’allentamento della nostra politica monetaria restrittiva, dichiara Piero Cipollone, Membro del Comitato esecutivo. Il contesto attuale consente di conseguire un calo dell’inflazione e un aumento della crescita allo stesso tempo.

Una serie di shock simultanei

Negli ultimi anni, l’area dell’euro ha subito una serie di shock simultanei, sia sul fronte della domanda che dell’offerta, che hanno portato a un’inflazione persistentemente alta. A causa della dipendenza dalle importazioni colpite da questi shock, l’area dell’euro ha subito anche un peggioramento dei termini di scambio. Questo ha agito come una tassa esterna sul reddito dell’area dell’euro, che inizialmente è stato assorbito principalmente dai lavoratori sotto forma di minori salari reali.

Un calo generalizzato dell’inflazione

L’inversione di questi shock negativi sull’offerta, combinata con la nostra politica monetaria restrittiva, ha portato a un calo generalizzato dell’inflazione, mentre le aspettative di inflazione rimangono ben ancorate. Ciò, a sua volta, ha spostato la discussione verso tempi, ritmo e portata della riduzione delle restrizioni di politica monetaria in futuro.

Le nostre decisioni continuano a essere guidate dalle prospettive di inflazione e dai rischi che la circondano.

Un aspetto importante riguarda il rischio che la crescita dei salari e della produttività possa essere incompatibile con la convergenza dell’inflazione verso il nostro obiettivo di medio termine del 2%.

Certamente, in uno scenario di equilibrio, è necessario mantenere gli aumenti salariali in linea con la crescita della produttività e l’obiettivo di inflazione. Ciò previene pressioni sui costi non sostenibili, che le imprese dovrebbero trasferire ai clienti, con conseguente inflazione superiore all’obiettivo.

Tuttavia, non siamo ancora in uno scenario di equilibrio.

I salari reali sono ancora al di sotto del livello pre-pandemico – anche più della produttività – mentre la crescita degli utili unitari è stata fino a poco tempo fa alta rispetto alla media storica. Oggi, la quota di lavoro nel valore aggiunto rimane inferiore a quella precedente allo shock del COVID-19, nonostante il livello di occupazione sia aumentato del 3,8% nello stesso periodo. …

Meno incertezze

Oggi, il processo di disinflazione è circondato da meno incertezze, poiché gli shock dell’offerta si stanno invertendo e i rischi per le prospettive di inflazione si sono bilanciati.

Siamo sempre più fiduciosi che l’inflazione convergerà al 2% entro la metà del 2025.

Aspettare ulteriori dati prima di iniziare la normalizzazione dei nostri tassi di interesse ci dà una garanzia aggiuntiva contro i rischi al rialzo dell’inflazione. Ma in futuro dovremmo rimanere proporzionati data un’economia stagnante da 18 mesi, rischi per le prospettive economiche che sono orientati al ribasso e condizioni di credito che si trovano in territorio restrittivo.

Se i dati in arrivo confermeranno lo scenario previsto nelle proiezioni di marzo, dovremmo essere pronti a ridurre rapidamente la nostra posizione restrittiva di politica monetaria. Una maggiore fiducia in un ritorno tempestivo dell’inflazione al nostro obiettivo dovrebbe quindi consentire alle informazioni lungimiranti di riacquistare importanza nella nostra funzione di reazione.

(BCE  Euro foto di Hans on Pixabayeuro-sculpture)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi