27 marzo 2024

Il commercio di beni dell’UE ha registrato un surplus di €38 miliardi

Nel 2023, il commercio di beni dell’UE ha registrato un surplus di €38 miliardi.
Questo segna un grande contrasto rispetto al 2022, quando l’UE ha riportato un deficit di €436 miliardi principalmente a causa dell’aumento del valore delle importazioni di energia per via dei prezzi elevati dell’energia.

Queste informazioni provengono dai dati sul commercio internazionale di beni pubblicati di recente da Eurostat. Questo articolo presenta alcuni risultati più dettagliati dall’articolo Statistiche spiegate. (Vedi qui)

La ragione

La ragione per il passaggio da un deficit nel 2022 a un surplus nel 2023 è stata il brusco calo del valore delle importazioni extra-UE (-16% rispetto al 2022).
Questo calo è stato guidato principalmente da riduzioni per “prodotti energetici” (-34% rispetto al 2022) e “beni manifatturieri classificati principalmente per materiale” (-21%).
Per entrambi i prodotti, la diminuzione è stata un effetto combinato di una riduzione dei prezzi e una diminuzione del volume.

Gli Stati membri dell’UE rimangono dipendenti dal mercato unico europeo

I dati mostrano che il mercato interno dell’UE ha continuato ad occupare un ruolo centrale nel commercio di beni dei paesi dell’UE, sebbene la proporzione di flussi intra-UE ed extra-UE nel totale del commercio di beni sia variata considerevolmente tra i paesi dell’UE, riflettendo, in qualche misura, legami storici e posizione geografica.

 

(Containers – commercio di beni – foto Pexels on Pixabay)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi