25 aprile 2024

Politica monetaria in un contesto mutevole: Sfide per la politica monetaria in un mondo che cambia

Il Governatore della Banca d’Italia, Fabio Panetta, interviene con un dinner speech alla Conferenza inaugurale del ChaMP Research Network, organizzata a Francoforte sul Meno dalla Banca centrale europea (BCE).

Conferenza inaugurale della rete di ricerca su “Le sfide della trasmissione della politica monetaria in un mondo che cambia” (ChaMP)

La nostra visione del funzionamento dell’economia è in perpetuo mutamento.
Nel 1949, Bill Phillips presentò la “Macchina di Phillips”. Questa ingegnosa macchina utilizzava l’acqua per rappresentare il flusso di denaro nell’economia, con valvole che potevano essere aperte o chiuse per simulare gli effetti degli interventi di politica economica sui consumi e gli investimenti.
L’economia era presentata come un sistema di relazioni fisso e deterministico che poteva essere indagato fino a che il suo funzionamento non fosse stato chiarito una volta per tutte.

Sappiamo bene, nel bene e nel male, che il mondo reale è molto diverso. In effetti, se le relazioni economiche fossero fisse e deterministiche, il nostro lavoro sarebbe facile ma noioso. Le relazioni economiche non sono fisse perché l’economia si evolve seguendo lenti trend strutturali. E non sono deterministiche perché ci sono molti eventi che tendiamo a concettualizzare come “shock” – forse a causa dei limiti della nostra conoscenza. Gli ultimi quattro anni sono stati eccezionali in questo senso: dalla pandemia di Covid in poi, abbiamo assistito a una combinazione di shock e cambiamenti strutturali con pochi precedenti storici.

Di conseguenza, il panorama globale è cambiato radicalmente, con importanti implicazioni sia per la teoria che per la pratica della politica monetaria.

Un’interazione costruttiva tra politica e ricerca è fondamentale: in momenti come questo, il dialogo tra ricercatori e responsabili politici diventa cruciale. Il vostro compito all’interno della rete ChaMP è quello di aiutarci a migliorare la nostra comprensione dell’economia e del meccanismo di trasmissione della politica monetaria. …

Il paesaggio economico in continua evoluzione

… Gli ultimi due anni sono stati difficili per la politica, ma stimolanti per la ricerca: non è comune assistere a cambiamenti geopolitici, a una crisi energetica in stile anni ’70, a forti oscillazioni dell’inflazione e a un ciclo di irrigidimento monetario record nello spazio di 24 mesi. Potrebbe non essere ancora finita. Dopo il confronto diretto tra Israele e Iran nelle ultime settimane, un altro preoccupante sviluppo storico, le tensioni politiche in Medio Oriente sono destinate a rimanere alte.

Essendo dalla parte della politica in questa trincea, spero che i ricercatori traggano il massimo da questa esperienza. Dovreste analizzare questi eventi complessi e trasformarli in una comprensione nuova e migliore del funzionamento dell’economia.
Sospetto che questo processo ci allontanerà dalla “Macchina di Phillips”. In ogni caso, dovrebbe fornirci nozioni e strumenti che potranno essere utilizzati in un futuro non troppo lontano per rendere la politica monetaria più efficace.

Spero che le mie osservazioni di stasera vi abbiano dato un’idea di alcuni dei temi che si trovano in cima alla lista delle priorità per me, e presumibilmente per molti dei miei colleghi all’interno della BCE. …

La politica monetaria

D’ora in poi dobbiamo valutare il rischio che la politica monetaria diventi troppo restrittiva. Con l’inflazione che si avvicina progressivamente al nostro obiettivo, sorge la domanda su quale dovrebbe essere la prossima mossa della Bce. …
L’emergere di rischi al ribasso per le prospettive implica che la Bce dovrebbe considerare la possibilità che la politica monetaria possa diventare ‘troppo restrittiva. La politica monetaria è ovviamente troppo restrittiva se finisce per provocare una profonda recessione, ma è anche troppo restrittiva anche se spinge l’inflazione al di sotto del target e provoca una stagnazione economica prolungata. …

(Politica monetaria in un contesto mutevole BCE – Francoforte sul Meno dalla Banca centrale europea – Foto da Unspalsh)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi