30 aprile 2024

ECONOMIA ED EXPORT DELLA TOSCANA

Illustrati i dati relativi al 31 dicembre 2023 descritti dal Monitor dei Distretti e dei Poli Tecnologici della Toscana

Export distrettuale e dei poli tecnologici in crescita del 4,4%, con un incremento di 1,3 miliardi rispetto al 2022

Le specializzazioni distrettuali e i poli tecnologici toscani hanno concluso il 2023 con una crescita del +4,4%, superiore rispetto alla media italiana che si è attestata a +2,3%.

Le esportazioni del 2023 sono state pari a 31,2 miliardi di euro, con un incremento di 1,3 miliardi rispetto al 2022. E’ quanto emerge dall’analisi della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, illustrata oggi a Firenze presso la sede della Direzione Regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo, alla presenza di Alessandro Sordi, Vice Presidente Confindustria Toscana Centro e Costa, e di Tito Nocentini, direttore regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo.

La centralità dei distretti e dei Poli tecnologici toscani nell’economia regionale

Il Monitor dei Distretti della Toscana al 31 dicembre 2023 ha confermato ancora una volta la centralità dei distretti e dei Poli tecnologici toscani nell’economia regionale, che rappresentano il 55% delle esportazioni totali.

Economia ed export della toscana – i distretti

Un apporto fondamentale ai positivi risultati del 2023 è fornito principalmente dal balzo del Polo farmaceutico toscano che ha registrato una crescita del +38,8%.

I soli distretti tradizionali hanno invece segnato un leggero calo delle esportazioni pari al -3,5%. Il sistema moda, in particolare, ha registrato ritardi maggiori rispetto al 2022, con un calo del -5,9%, dovuto principalmente alla Pelletteria e calzature di Firenze ( -12,5%) e all’Abbigliamento di Empoli ( -8,9%), caratterizzati da una forte presenza delle maison del lusso che, dopo le importanti crescite degli ultimi anni stanno mostrando un rallentamento.

Per questi due distretti, la Svizzera resta il primo mercato di sbocco nonostante abbia registrato un dimezzamento delle esportazioni. Si rafforzano, invece, le esportazioni verso Francia, Stati Uniti e Giappone, e raddoppiano le vendite in Cina.

All’interno del sistema moda, l’area aretina ha mostrato una dinamica nettamente migliore, grazie alla spinta dell’Oreficeria di Arezzo, che ha registrato un balzo delle vendite soprattutto verso la Turchia.

Infine, tra i distretti più rilevanti del comparto, si evidenzia la dinamica in calo per il Tessile e abbigliamento di Prato con variazioni più negative per il tessile rispetto alla componente di abbigliamento. …

(Immagine Intesa Sanpaolo)

Documenti Allegati

Testo integrale

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi