10 maggio 2024

FATTURATO DELL’INDUSTRIA E DEI SERVIZI

A febbraio si stima che il fatturato dell’industria, al netto dei fattori stagionali, aumenti in termini congiunturali sia in valore (+2,0%) sia in volume (+1,4%), registrando incrementi dell’1,1% sul mercato interno (+0,6% in volume) e del 4,0% su quello estero (+2,8% in volume).

Per il settore dei servizi, si osserva una diminuzione congiunturale dello 0,3% in valore e una variazione nulla in volume.

Per quanto riguarda gli indici destagionalizzati del fatturato in valore riferiti ai raggruppamenti principali di industrie, si registra a febbraio un marcato aumento congiunturale per i beni strumentali (+4,9%) e una crescita più contenuta per i beni intermedi (+1,3%), per i beni di consumo (+0,2%) e per l’energia (+0,6%).

Nel trimestre dicembre 2023-febbraio 2024

Nel trimestre dicembre 2023-febbraio 2024, in termini congiunturali, il fatturato dell’industria, al netto dei fattori stagionali, diminuisce in valore (-0,9%) e aumenta in volume (+0,5%).

Positivo l’andamento dei servizi nello stesso arco temporale, con un incremento dello 0,9% sia in valore sia in volume.

Su base tendenziale, a febbraio 2024, il fatturato dell’industria, corretto per gli effetti di calendario, registra una flessione dell’1,7% in valore (-2,5% sul mercato interno e -0,1% sul mercato estero) e un incremento dello 0,7% in volume (+0,6% sul mercato interno e +0,9% sul mercato estero).

I giorni lavorativi sono stati 21 contro i 20 di febbraio 2023.

Per quanto riguarda gli indici corretti per gli effetti di calendario del fatturato in valore riferiti ai raggruppamenti principali di industrie, si registrano incrementi tendenziali per i beni strumentali (+4,7%) e per l’energia (+2,0%), mentre risultano in calo i beni intermedi (-7,1%) e i beni di consumo (-1,0%).

Nei servizi, si registrano incrementi tendenziali del 3,0% in valore e del 4,0% in volume.

Il commento – FATTURATO DELL’INDUSTRIA E DEI SERVIZI

A febbraio 2024, al netto dei fattori stagionali, cresce su base mensile il fatturato dell’industria sia in valore sia in volume, trainato da una maggiore vivacità delle vendite sul mercato estero.

I servizi risultano in calo in valore, con i volumi invariati, sintesi di una leggera diminuzione del comparto del commercio all’ingrosso e del commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli e di un lieve aumento per l’aggregato degli altri servizi.

In termini tendenziali e al netto degli effetti di calendario, si registra a febbraio una crescita sia in valore sia in volume per i servizi, mentre per l’industria si osserva una flessione in valore e un incremento in volume.

 

(Istat – foto F Ascani – Format Research)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi