20 maggio 2024

La situazione attuale della Capitale

Il 2024 sembra essere l’anno di rinascita della Capitale soprattutto dal punto di vista turistico. Una crescita costante si registra anche per le aziende femminili e l’information technology.

Boom di aperture di bar e ristoranti in centro ma resta ancora delicata la situazione riguardante la regolamentazione dei dehors.

A confermare la ripresa dell’economia anche Pier Andrea Chevallard, Presidente Confcommercio Roma.

Le parole del Presidente di Confcommercio Roma

“Il 2024 è anche l’anno di rinascita per Roma, dopo l’esperienza della pandemia da Covid-19 con il turismo che fa da volano. Senz’altro il turismo ha segnato degli interessanti spunti di crescita ma a questo aggiungo anche il sistema dei servizi.” afferma il Presidente Chevallard.

Roma si conferma una città imprenditoriale, molto ricca e articolata, caratterizzata soprattutto da piccole e medie imprese.

Tra i settori in espansione anche quello della ristorazione sul quale divampa la questione politica dei dehors. Anche il Presidente Chevallard sottolinea che “Il decoro è il vero tema: se usciamo dalla piccola polemica e lo vediamo, invece, in una logica di sviluppo della Capitale, credo che i dehors possano essere una componente dell’arredo urbano che mantiene viva la città. Le distanze il ministro Urso e l’assessore Lucarelli non sono così marcate. L’assessore ha condiviso con noi un piano interessante che prevede la regolamentazione delle strutture a cui siamo molto favorevoli. Riteniamo che gli abusivi vadano stroncati ma nello stesso tempo pensiamo che i dehors siano componenti di vitalità per il tessuto urbano naturalmente nel rispetto e nella diversificazione delle aree”.

La posizione di FIPE Confcommercio Roma

La FIPE Confcommercio Roma era presente alla Camera quando il Ministro delle imprese, Adolfo Urso, ha annunciato l’arrivo di una legge che renda strutturali i dehors, cosa che ha fatto infuriare il Campidoglio.

Ad esprimere la sua idea a riguardo il Presidente FIPE Roma, Segio Paolantoni: “Finalmente anche il governo nazionale si preoccupa della ristorazione, attività che dà occupazione a fa impresa. I dehors sono un tema che tocca nel vivo attività produttive e i cittadini. Ma ormai sono parte integrante di bar e ristoranti. E tutti, anche noi clienti, preferiamo mangiare all’aperto.”

Sicuramente senza i tavoli esterni il settore ristorativo andrebbe in grave sofferenza. Gli arredi hanno portato diversi vantaggi: “Cosa potrebbe diventare Roma se i locali tornassero a capienza ridotta? Siamo tutti abituati ad avere più spazio e per tutto l’anno. Certo vanno regolamentati” prosegue Paolantoni.

La questione dei dehors si gioca, infatti, soprattutto sulla regolamentazione che dia regole chiare e strutturali anche e soprattutto contro l’illegalità: “Il Centro va tutelato, dando regole certe, facili da applicare e controllare. Distanze dai monumenti, omogeneità degli arredi […]” conclude Paolantoni.

I dati di FIPE Confcommercio Roma

Il commercio della Capitale riparte da bar e ristoranti:
Secondo i dati di Fipe Confcommercio Roma, i primi tre mesi del 2024 segnano una ripresa del settore ristorativo notevole, soprattutto nei quartieri dove è frequente il passaggio dei turisti, italiani e stranieri.
Le imprese nate da inizio anno ad oggi sono 455 con un saldo positivo tra le imprese nate e quelle cessate.
Questi dati fanno ben sperare, anche se è prematuro dire che il periodo negativo è definitivamente alle spalle.
Il Presidente FIPE Roma, Sergio Paolantoni, ha affermato che “Si tratta del primo segno dopo almeno 4 anni, non è un mistero che il settore della somministrazione sia tra quelli a maggiore produzione di Pil per l’economia.

(La situazione attuale della Capitale Turismo e dehors foto da Pixabay)

Documenti Allegati

Testo integrale e RS

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi