24 maggio 2024

Innovation Days 2024 Trentino-Alto Adige

Il Market Watch dedicato al Trentino Alto-Adige

Il 24 maggio, in occasione del secondo  appuntamento del 2024 degli Innovation Days, il road show organizzato da Il Sole 24 Ore e Confindustria che racconta l’economia italiana attraverso le eccellenze regionali, Banca Ifis ha presentato il Market Watch dedicato al Trentino Alto-Adige, realizzato anche su dati Format Research.

Montagna, investimenti e sostenibilità sono le dimensioni di sviluppo delle imprese di Trento e Bolzano

L’economia trentina, sinonimo di solidità e sostenibilità, ha un’eccellenza nella filiera turistica

SCENARIO MACRO-ECONOMICO E PROSPETTIVE DI CRESCITA

• Il Trentino-Alto Adige presenta, nel suo complesso, un’economia solida (primeggia tra le regioni con il più alto
tasso di ripresa post-Covid) la cui vocazione imprenditoriale ha reso di grande valore la filiera turistica, volano
per numerose attività ad essa correlate, in primis agricoltura e servizi
• Quasi la metà delle Pmi della regione è esportatrice: per queste, dal mercato estero deriva il 41% del fatturato,
quasi equamente ripartito tra EU ed extra-EU
• Gli imprenditori trentini vedono lo scenario macro-economico 2024 meno favorevole rispetto al 2023 (33% vs
17% che lo prospettano più favorevole). Rispetto al resto del Paese incidono maggiormente i rincari energetici e
delle materie prime e i tagli alle agevolazioni mentre pesa meno lo scenario geopolitico internazionale
• Per il 2024 gli imprenditori trentini immaginano un fatturato pressoché stabile (+0,2%). Pesano in negativo i
costi – dalle materie prime al personale – mentre giocano in senso favorevole tecnologia, competenze delle
risorse, competitività del prodotto, liquidità e domanda interna e internazionale, grazie al lavoro degli scorsi anni
fatto su investimenti e stabilità finanziaria
• Nel 2024, Chimica e farmaceutica, Agroalimentare e Sistema casa sono i 3 settori che traineranno l’economia

LA MONTAGNA IN TRENTINO-ALTO ADIGE FESTEGGIA IL 60ESIMO DEL PRIMO IMPIANTO DI RISALITA

• Il Trentino-Alto Adige è riconosciuto in tutto il mondo come meta perfetta per gli amanti degli sport invernali,
non solo per i km di piste (1.200 nel Dolomiti Superski) ma anche per la varietà e la storicità degli impianti: nel
2024 festeggia i 60 anni il primo impianto di risalita
• Nel corso degli anni la regione ha saputo gestire la propria autonomia, convogliando al meglio gli investimenti
per sviluppare un ecosistema turistico invernale: nel solo Alto Adige, ammontano a 2,1 milioni gli arrivi tra
dicembre 2023 e febbraio 2024, con un totale di 9,2 milioni di presenze. La stima della spesa turistica è di 3,7
mld€ nei 3 mesi principali della stagione invernale
• Ancora elevato il potenziale ancora da cogliere per le imprese operanti nel settore: le esigenze dei viaggiatori
in continua evoluzione spingono infatti verso un’offerta di servizi sempre più articolata ed eterogenea, volta a
coinvolgere anche i turisti che non si sentono a proprio agio sulle piste

Elevata la propensione all’investimento delle Pmi trentine, risultato anche di una liquidità aziendale che non desta preoccupazioni

FINANZA D’IMPRESA

• Nove imprenditori su dieci non rilevano nuove problematicità di liquidità aziendale, la cui situazione è prevista
invariata (80%) o in miglioramento (9%). I due settori più rappresentativi dell’economia regionale si posizionano
agli opposti: l’Agroalimentare ha un trend di crescente robustezza finanziaria mentre il comparto edilizio
registra le maggiori criticità
• Per quanto preoccupati per i ritardi nei pagamenti da parte dei clienti e per l’aumento del costo del credito, gli
imprenditori trentini ritengono che l’impatto di questi fattori sulla liquidità possa essere controbilanciato non
solo dall’andamento della domanda ma anche dalle strategie di pricing e da oculati investimenti di marketing
• Tra le Pmi che prevedono per quest’anno un peggioramento della liquidità aziendale, il 76% ipotizza un impatto
maggiore sulle attività a breve termine, ossia sull’operatività ordinaria day by day
• L’imprenditore trentino predilige i canali digitali: remote banking insieme a phone e mobile banking limitano al
33% le attività associate all’incontro di persona

INVESTIMENTI, CRESCITA E RIORGANIZZAZIONE

  • Lo scenario macro-economico in chiaroscuro non ferma gli investimenti: più di due imprenditori trentini su 10
    prevedono di aumentarli, sia nel 2024 sia nel 2025 (altri 7 li manterranno costanti). Ben più alta della media
    nazionale risulta essere infatti la propensione all’innovazione: Il 77% delle aziende ha già adottato almeno una
    soluzione contro il 66% a totale Italia; il 18% lo farà entro il prossimo anno versus il 22% della media nazionale
    • Primeggiano nella propensione all’innovazione la Chimica e farmaceutica e l’Automotive
    • Ciò nonostante, lo sviluppo di Pmi e startup innovative risulta molto meno vivace rispetto al resto del Paese
    • Limitata è la quota di aziende che hanno già realizzato o hanno in programma operazioni straordinarie di
    crescita: solo il 6% delle aziende ha acquisito o acquisirà a breve nuovi business, solo il 5% prevede l’entrata in
    un gruppo di maggiori dimensioni
    • Il passaggio generazionale, invece, rappresenta una fase complessa della vita aziendale, che in termini attuali
    o prospettici riguarda un elevato numero delle Pmi intervistate (51%)

Eccellenza italiana della sostenibilità, la regione primeggia nella produzione di energia idroelettrica

TRANSIZIONE SOSTENIBILE

• Sollecitate anche dalle richieste della clientela, sempre più sensibile al tema, il 60% delle Pmi trentine ha già
effettuato investimenti in sostenibilità oppure li prevede entro il prossimo anno, con focus primario su
energia rinnovabile ed efficientamento energetico
• Tra i principali obiettivi perseguiti, il contenimento dei costi nel lungo periodo e il miglioramento della brand
reputation
• La sostenibilità risulta, inoltre, un fattore condizionante la selezione dei fornitori. il 29% delle Pmi della regione
seleziona solo fornitori «sostenibili», 9 punti percentuali in più rispetto alla media italiana. Il Trentino-Alto Adige
mostra anche una minore diffusione delle deroghe (17% vs 25% a totale Italia)
• Le iniziative di sostenibilità sociale ad oggi più diffuse sono le sponsorizzazioni sportive e le donazioni a enti
benefici sul territorio; previste in aumento principalmente le attività di welfare per i dipendenti

LA MONTAGNA RENDE IL TRENTINO-ALTO ADIGE PROTAGONISTA DELL’IDROELETTRICO

• L’Italia chiude un 2023 da record per le energie rinnovabili, che raggiungono il 43% nel mix energetico
nazionale. Tale successo deriva in primis dallo sviluppo di un’ampia rete di centrali idroelettriche (4.300 gli
impianti attivi sul territorio nazionale), tale per cui l’energia da queste prodotta rappresenta ben il 34% della
produzione delle rinnovabili
• Il Trentino-Alto Adige, con ben 891 impianti all’attivo, è seconda solamente al Piemonte, lavorando però in
maniera più efficiente: nonostante i 201 impianti in meno, produce 701 MW di potenza in più, rivelando così un
differenziale di 2,2 MW di potenza sviluppata per impianto. La regione produce ben il 18% del totale nazionale
dell’energia idroelettrica
• Data l’elevata saturazione delle risorse idriche, lo sviluppo dell’idroelettrico passa dall’efficientamento:
numerosi sono gli impianti che necessitano di un ammodernamento. Gli studi sul tema sollecitano un
repowering delle centrali esistenti, un ulteriore booster agli investimenti dei gestori che negli ultimi 9 anni sono
cresciti al ritmo medio annuo del 7%

 

(Innovation Days Trentino Alto Adige – Foto Innovation Days)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi