Banca d'Italia 1 giugno 2024

Considerazioni finali del Governatore

Il 31 maggio alle ore 10.30 il Governatore Fabio Panetta ha presentato le Considerazioni finali in occasione della diffusione della Relazione annuale di Banca d’Italia sul 2023. Breve sintesi.

Prospettive Economiche Mondiali

Le previsioni economiche globali per i prossimi anni non sono ottimistiche. La globalizzazione sta rallentando, la tensione tra Cina e Stati Uniti è in aumento e le guerre rappresentano un’incognita.

Relazione di Panetta: Un Nuovo Approccio

Ieri, a Palazzo Koch, Fabio Panetta ha presentato la sua prima relazione come governatore della Banca d’Italia nella quale troviamo esortazioni e focus sul contesto internazionale, con dettagli tecnici inclusi nel documento accompagnatorio.

Problemi Persistenti dell’Economia Italiana

L’economia italiana continua a soffrire di problemi radicati: redditi familiari stagnanti, mezzo milione di giovani emigrati dal 2008, bassa occupazione femminile e una crescita insufficiente nel Sud.
Panetta evidenzia che, da qui al 2040, la popolazione in età lavorativa diminuirà di 5,4 milioni, con conseguenze severe per la ricchezza nazionale.

Emigrazione Giovanile e Occupazione Femminile

«Molti giovani hanno cercato migliori prospettive all’estero», con 525.000 emigrati tra il 2008 e il 2022, di cui solo un terzo è tornato. La bassa occupazione femminile è legata alla difficoltà di conciliare lavoro e famiglia, con molte donne che abbandonano il lavoro dopo la nascita del primo figlio.

Soluzioni e Recovery Plan

Per affrontare questi problemi, il Recovery Plan offre risorse per i servizi per l’infanzia. Panetta propone anche una riorganizzazione del lavoro e una revisione del sistema di detrazioni e trasferimenti per ridurre i disincentivi al lavoro. Sottolinea l’importanza di un aumento deciso dei tassi di occupazione e di un flusso di immigrati regolari superiore a quello attuale, gestito in coordinamento con altri paesi europei e con misure rafforzate di integrazione.

Sfida dell’Intelligenza Artificiale

L’intelligenza artificiale avrà un impatto su due lavoratori su tre, migliorando la produttività e le opportunità di lavoro, ma comportando anche rischi per una minoranza.

Concorrenza, Debito Pubblico e crescita

Panetta lancia un messaggio al governo riguardo alla concorrenza, criticando ritardi che limitano innovazione, produttività e occupazione.

Il debito pubblico è tornato a salire, raggiungendo il 137% del PIL alla fine del 2023. Serve un piano credibile per crescita e produttività per ridurre i rendimenti richiesti dagli investitori.

Panetta ricorda che il PIL italiano, dopo la pandemia, è cresciuto più di quello tedesco e francese. «Un’inversione di tendenza è possibile», afferma, sostenendo che l’Italia può superare le difficoltà attuali e tornare a crescere in Europa.

(Considerazioni finali del Governatore Immagine dalla Fotogallery di Banca d’Italia)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi