14 giugno 2024

Il commercio di beni dell’UE: un surplus di 15 miliardi di euro

Le prime stime del saldo dell’area dell’euro mostravano un surplus di 15,0 miliardi di euro negli scambi di beni con il resto del mondo nell’aprile 2024, rispetto a un deficit di 11,1 miliardi di euro nell’aprile 2023.

Le esportazioni di beni dell’area euro verso il resto del mondo nell’aprile 2024 sono state pari a 247,6 miliardi di euro, in aumento del 14,0% rispetto ad aprile 2023 (217,2 miliardi di euro).

Le importazioni dal resto del mondo si sono attestate a 232,5 miliardi di euro, in aumento dell’1,8% rispetto ad aprile 2023 (228,3 miliardi di euro).

Nell’aprile 2024, rispetto a marzo 2024, l’avanzo dell’area euro è diminuito da 23,7 miliardi di euro a 15,0 miliardi di euro.

Il motivo è dovuto ad un aumento del deficit del settore energetico (da -23,7 miliardi di euro a -26,2 miliardi di euro) e ad una diminuzione del surplus per i “prodotti chimici” (da 23,4 miliardi di euro a 21,2 miliardi di euro).

Nel periodo gennaio-aprile 2024

Nel periodo gennaio-aprile 2024, l’area euro ha registrato un surplus di 72,8 miliardi di euro, rispetto ai -20,5 miliardi di euro nel periodo gennaio-aprile 2023.

Le esportazioni di beni dell’area euro verso il resto del mondo sono salite a 953,0 miliardi di euro (in aumento dello 0,8% rispetto a gennaio-aprile 2023) e le importazioni sono scese a 880,2 miliardi di euro (in calo dell’8,9% rispetto a gennaio-aprile 2023).

Il commercio intra-area dell’euro è sceso a 874,9 miliardi di euro nel periodo gennaio-aprile 2024, in calo del 5,1% rispetto a gennaio-aprile 2023.

Unione Europea

Il saldo dell’UE ha mostrato un surplus di 13,9 miliardi di euro negli scambi di beni con il resto del mondo nell’aprile 2024, rispetto a un deficit di 14,2 miliardi di euro nell’aprile 2023.

Le esportazioni extra-UE di beni nell’aprile 2024 sono state pari a 222,1 miliardi di euro, in aumento del 14,9% rispetto ad aprile 2023 (193,3 miliardi di euro).

Le importazioni dal resto del mondo si sono attestate a 208,1 miliardi di euro, in aumento dello 0,3% rispetto ad aprile 2023 (207,4 miliardi di euro).

Se si osserva la scomposizione del saldo dell’UE per prodotto, il quadro è simile al grafico dell’area euro.

Nell’aprile 2024, rispetto a marzo 2024, l’avanzo dell’UE è diminuito da 22,5 miliardi di euro a 13,9 miliardi di euro a causa dell’effetto combinato di un aumento del disavanzo nel settore energetico (da -27,4 miliardi di euro a -29,6 miliardi di euro) e di una diminuzione dell’avanzo nel settore chimico (da 21,9 miliardi di euro a 19,8 miliardi di euro).

Nel periodo gennaio-aprile 2024, le esportazioni extra-UE di beni sono aumentate a 851,6 miliardi di euro (un aumento dello 0,9% rispetto a gennaio-aprile 2023) e le importazioni sono scese a 785,4 miliardi di euro (un calo del 10,4% rispetto a gennaio-aprile 2023). ).

Di conseguenza, l’UE ha registrato un surplus di 66,2 miliardi di euro, rispetto ai 33,3 miliardi di euro nel periodo gennaio-aprile 2023.

Il commercio intra-UE è sceso a 1.370,1 miliardi di euro nel periodo gennaio-aprile 2024, -3,9% rispetto a gennaio-aprile 2023.

(Il commercio di beni dell’UE: un surplus di 15 miliardi di euro Containers – foto Pexels on Pixabay)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi