17 giugno 2024

Segnali di diminuzione dei tassi di mercato

Negli ultimi mesi si stanno manifestando segnali di diminuzione dei tassi di mercato rispetto ai precedenti valori massimi, anticipando la recente decisione della BCE di abbassare di un quarto di punto i tassi di politica monetaria.

TASSI DI MERCATO – Segnali di diminuzione dei tassi di mercato

Nei primi 13 giorni di giugno:

  1. Il tasso sui BOT a sei mesi è stato in media del 3,61%, in diminuzione rispetto al 3,64% di maggio e in calo di 45 centesimi rispetto al valore massimo registrato a ottobre 2023.
  2. Il tasso Euribor a 3 mesi è stato in media del 3,75%, in calo rispetto al 3,81% di maggio e in diminuzione di 25 centesimi rispetto al valore massimo registrato a ottobre 2023.
  3.  Il tasso sui BTP è stato in media del 3,93%, in aumento rispetto al 3,85% di maggio ma in diminuzione di 106 punti rispetto al valore massimo registrato a ottobre 2023.
  4.  Il tasso IRS a 10 anni (molto usato nei mutui) è stato in media del 2,82% dal 2,80% di maggio e in diminuzione di 69 punti rispetto al valore massimo registrato a ottobre 2023.

TASSI DI INTERESSE SUI PRESTITI

5. A maggio 2024:

  • il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni è diminuito al 3,61%, rispetto al 3,67% di aprile 2024 e al 4,42% di dicembre 2023;
  • il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese è diminuito al 5,21% rispetto al 5,30% di aprile 2024 e al 5,45% di dicembre 2023;
  •  il tasso medio sul totale dei prestiti (quindi sottoscritti negli anni) è stabile al 4,81%.

    TASSI DI INTERESSE SULLA RACCOLTA

  • 6. Il tasso praticato sui nuovi depositi a durata prestabilita (cioè certificati di deposito e depositi vincolati) a maggio 2024 è stato il 3,51%. Ad aprile 2024 tale tasso era in Italia superiore a quello medio dell’area dell’euro (Italia 3,59%; area dell’euro 3,46%). Rispetto a giugno 2022, (ultimo mese prima dei rialzi dei tassi BCE) quando il tasso era dello 0,29%, l’incremento è stato di 322 punti base.
  1. Il rendimento delle nuove emissioni di obbligazioni bancarie a tasso fisso a maggio 2024 è stato il 3,52%, con un incremento di 221 punti base rispetto a giugno 2022 quando era l’1,31%.
  2. A maggio 2024 il tasso medio sul totale dei depositi (certificati di deposito, depositi a risparmio e conti correnti), è stato l’1,04% (stesso valore del mese precedente; 0,32% a giugno 2022).
  3. Il tasso sui soli depositi in conto corrente è lo 0,57% (stesso valore del mese precedente), tenendo presente che il conto corrente permette di utilizzare una moltitudine di servizi e non ha la funzione di investimento.

PRESTITI BANCARI

15.Il calo dei volumi di credito è conseguente al rallentamento della crescita economica che contribuisce a deprimere la domanda di prestiti: a maggio 2024, i prestiti a imprese e famiglie sono scesi del 2,3% rispetto a un anno prima, stesso calo registrato ad aprile 2024 quando i prestiti alle imprese erano diminuiti del 3,4% e quelli alle famiglie dell’1,2%