26 giugno 2024

Keynote speech di Fabio Panetta alla 3a Conferenza su International Monetary Policy della Bank of Finland

Shock e incertezza rischi per l’Eurozona

L’area dell’euro è uscita da una “tempesta perfetta”, un violento episodio di inflazione causato da una serie di shock di offerta ampi e imprevedibili. L’inflazione è ora in discesa e molte delle questioni che abbiamo dibattuto così vigorosamente negli ultimi mesi potrebbero diventare meno importanti in futuro.

Il quadro macroeconomico attuale è coerente con una normalizzazione della politica monetaria. La BCE ha iniziato questo processo alcune settimane fa e, nello scenario di base, lo proseguirà gradualmente e senza intoppi.

Nel calibrare la normalizzazione, dovremmo basarci sui dati, tenendo conto delle informazioni in arrivo sulle prospettive macroeconomiche senza dare eccessivo peso a fluttuazioni temporanee nei dati. Dovremmo inoltre essere prudenti nella comunicazione, evitando la “disinvolta” guidance futura che può derivare da previsioni (implicite o esplicite) su tempi e sequenza dei futuri tagli dei tassi di interesse. Una comunicazione erratica distoglierebbe l’attenzione dal fattore chiave delle nostre decisioni di politica monetaria, ovvero la nostra funzione di reazione.

Infine, la politica monetaria richiede una gestione dei rischi e degli scenari estremi, non solo degli scenari di base. I rischi politici e geopolitici rimangono elevati e richiedono consapevolezza, flessibilità e piani d’azione in funzione dello stato di cose. Come altre banche centrali, la BCE è stata messa a dura prova su questi fronti più di una volta negli ultimi 15 anni.Le prove sono state superate con successo. Sono state difficili, ma anche istruttive, e lasciano ben sperare per la gestione della politica monetaria in futuro.

In base a queste esperienze, sono fiducioso che – salvo nuovi sconvolgimenti – passeremo presto dalla saga dell'”ultimo miglio” alla realtà del “primo sorriso” che accompagna un pieno ripristino della stabilità dei prezzi.

(Shock e incertezza rischi per l’Eurozona – Helsinki – foto da Unsplash)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi